Monte Tagliaferro

Monte TagliaferroIl Monte Tagliaferro (2964 m) è una stupenda e poderosa piramide di bella roccia che s’innalza al cospetto del Monte Rosa tra la val Sesia e la val Sermenza. Dalla cima un panorama grandioso: il Monte Rosa sembra farsi toccare e la pianura padana incombe sotto i piedi. La cresta nord, salita la prima volta nel 1925, è una delle più belle vie classiche dei monti Valsesiani; offre una divertente arrampicata su roccia compatta con passaggi vari fino al quarto grado e un tratto di quinto meno. Ha un dislivello di 600 m. e uno sviluppo di 900 m.

Si comincia l’avventura da Ronco, frazione di Alagna, per un sentiero ripido, che s’inerpica rapido verso il Tagliaferro. Si raggiunge prima l’alpe Mud, dove ci si può dissetare alla fontana dell’abitato, poi l’alpe Wenghi e infine il rifugio Ferioli (2264 m). Da qui la visione della cresta è imponente e spettacolare al tramonto.

Dopo una notte in rifugio, all’alba ci s’incammina per il sentiero, che in breve tempo porta al Colle Mud, dove si attacca la cresta. L’inizio e un facile pendio erboso, che presto si trasforma in bella roccia. Si procede prima su rocce facili di secondo grado, poi un po’ più difficili fino alla base di una placca di quinto meno. Segue una placca a strapiombo sulla parete nord, che in circa venti metri porta di nuovo sul filo della cresta. Ancora qualche breve risalto e finalmente si esce in vetta (4 ore).

26 Una bella dedica sul libro di vetta posto sotto a una piccola madonnina di bronzo e s’inizia la facile discesa su sentiero a volte esposto.
Si scende fino al passo del Gatto e poi verso la bocchetta della Moanda dalla quale s’imbocca la valle, diretti verso l’alpe Campo, luogo incantato dove un bel laghetto, un buon piatto di polenta e un bicchier di vino serviti dal mitico “nonno” Gilberto, che con i suoi racconti di montagna e di folletti, sul terrazzo della baita sociale del CAI di Varallo, sono la conclusione perfetta di questa magnifica ascensione.

Per quest’itinerario è richiesta una buona dimestichezza con l’arrampicata classica su roccia e una buona resistenza fisica.

LASCIATI ISPIRARE