Sintesi delle misure del decreto Natale

RESTRIZIONI
Nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 (il 24, 25, 26, 27, 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021) l’intero territorio nazionale è definito zona “rossa”.
Rimangono chiuse le attività commerciali e di servizio alla persona NON comprese negli allegati 23 e 24 del DPCM 3 dicembre 2020.
Permesse le consegne a domicilio.
Per gli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) permesso asporto fino alle 22.

Nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 l’intero territorio nazionale è definito zona “arancione”. In questi giorni ci si potrà spostare esclusivamente all’interno del proprio comune senza giustificarne il motivo, ma saranno altresì consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
I negozi saranno aperti fino alle 21.
Chiusi gli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), permesso asporto fino alle 22 e consegne a domicilio.

VEDI SINTESI RESTRIZIONI ZONE ROSSE E ARANCIONI.

SPOSTAMENTI
Durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è altresì consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.