Difficoltà: media
Quando
: da giugno a settembre

Note: le cordate per la salita al Castore sono organizzate con massimo 3 alpinisti più la guida

ll Castore è uno dei 4000 del Rosa più accessibili; 4226 m sorprendenti, per la vista, per il percorso vario e le creste aeree finali non eccessive. Se hai già fatto la salita alla Capanna Margherita e l’alpinismo ti ha preso il cuore,  il Castore deve essere il tuo prossimo obiettivo. Si raggiunge dal rifugio Quintino Sella (3585 m) attraversando il ghiacciaio del Felik e quando arrivi al colle l’emozione è senza pari.

Programma Gita alla Punta Castore 4226m

1° Giorno. Ritrovo in ufficio alle 10.30, controllo dei materiali e salita con gli impianti al colle della Bettaforca (2700 m) per inizio dell’itinerario verso il Castore. Partenza a piedi per il rifugio Quintino Sella (3585 m), che si raggiunge in circa 3.30 ore di cammino su un sentiero lungo ma divertente con tratti di cresta attrezzata. Cena e pernottamento nel rifugio più accogliente delle Alpi.
2° Giorno. Partenza all’alba e arrivo in circa 3,30 ore alla Punta Castore (4226 m) con una salita che è un susseguirsi di sorprese: prima comoda, poi ripida, quasi tecnica, poi maestosa, conduce alla cresta, sottile, aerea ma mai paurosa. La foto di vetta sarà un’emozione perché le Alpi saranno tutte attorno a te! Dopo il rientro al Quintino Sella  si scende alla Bettaforca sul sentiero percorso all’arrivo. Arrivo previsto  per 16.30 circa.

Prezzi Salita alla Punta Castore

Alpinisti Prezzo per partecipante
 

Gita di gruppo: 400 € (gruppo di massimo 3 partecipanti che si uniscono per diminuire le spese)

La quota comprende: accompagnamento di una guida UIAGM per i 2 giorni del tour, mezza pensione al rifugio Quintino Sella , biglietto andata e ritorno in funivia per il Colle della Bettaforca, equipaggiamento tecnico (imbragatura, ramponi).

Con 1 Alpinista 860 €
Con 2 Alpinisti 490 €
Con 3 Alpinisti 380 €

Attrezzatura necessaria per raggiungere i 4226m del Castore:

Scarponi in plastica, cuoio o materiale impermeabile alti alla caviglia;
guanti caldi, cappello pesante, occhiali con buona protezione (protezione 4 è la più inidcata), zaino non troppo grande, lampada frontale, sacco lenzuolo, crema solare, borraccia;
maglietta intima traspirante (2), camicia di lana o pile leggero, pile pesante, piumino + guscio o gacca vento, calzettoni pesanti (2), pantaloni caldi, calzamaglia;
imbracatura, ramponi, bastoncini telescopici e piccozza.