Rifugio Alpe Campo, il balcone sul Monte Rosa

Punto di Partenza: frazione Ronco (Alagna)1254 m
Dislivello: 669 m
Tempo di percorrenza: 1,30 ore circa
Difficoltà: facile

Con bambini: si
Punto d’appoggio: Baita Sociale Alpe Campo
Segnavia: n° 209 (ex 9)
In Bicicletta: no

La passeggiata con una vista spettacolare sul Monte Rosa

Itinerario

Dalla frazione Ronco s’imbocca il sentiero n. 208 per il colle Mud. Si mantiene la sinistra orografica del torrente per pochi metri e si prende il sentiero n.209. Dopo aver attraversato l’agglomerato di Wittwosma, si prosegue in costante salita dentro un bosco di piante pioniere e si arriva alla bella piana dell’alpe.

Approfondisci

L’alpe Campo è il balcone sul Monte Rosa per eccellenza. Da quest’alpeggio si gode una splendida vista su tutto il massiccio, che si specchia nel poetico lago vicino all’abitato. L’imponente monte Tagliaferro, conteso fra Alagna e Rima, domina la bella piana con la cresta nord, via di roccia aerea e panoramica che conduce in vetta al monte. Il piccolo gruppo di case in pietra, appoggiato sull’ampia distesa di prati, è protetto dalla cappella dedicata a S. Uberto, patrono dei cacciatori.

Il 3 novembre, in occasione della festa del santo, all’alpe Campo si festeggia e vengono benedetti i fucili e i cani da caccia. La porta della cappella è un pezzo di storia; si tratta, infatti, della porta della prima Capanna Margherita inaugurata nel 1893.
Le curiose vicende di quest’alpeggio sono strettamente legate alla volontà e alla passione di Gilberto Negri, che dai primi anni novanta ha riportato a nuova vita questo luogo, ristrutturando un’antica baita, per farne la capanna sociale della sottosezione del CAI di Alagna, che oggi è un piccolo rifugio curato di cui lui è il custode.