Punto di Partenza: Alagna 1200 m
Dislivello: 1315 m
Tempo di percorrenza: 4,15 ore circa
Difficoltà: media

Con bambini: no
Punto d’appoggio: Rifugio Zar Senni a Follu di Otro 1664 m
Segnavia: n° 203/203b (ex 3/3b)
In Bicicletta: no

Il trekking che raccorda la valle dell’Olen con la val D’Otro

Itinerario

Partenza da Alagna. Proseguendo oltre la Chiesa e oltrepassando la Piazza degli Albergi si imbocca la prima strada carrozzabile sulla sinistra, piuttosto ripida, fino alla frazione Piane. Da lì inizia il sentiero con segnavia n. 205: inoltrandosi nel bosco di latifoglie si raggiunge la bellissima frazione di Wittine, dopodiché si continua a cielo aperto fino all’Alpe Seiwji. Procedendo Pianalunga, punto di arrivo della telecabina che sale da Alagna; si avanza poi in direzione del Col d’Olen, scegliendo se seguire l’ampia strada tracciata per la pista da sci o il panoramico sentiero che attraversa la Valle dell’Olen. Inoltrandosi fra le pietraie bisogna prestare attenzione al bivio e imboccare il 205b per raggiungere finalmente il Passo Foric da dove si gode un panorama stupendo sulla catena del Monte Rosa, la Valle d’Olen e la Valle d’Otro. Dopo una meritata e incantevole sosta comincia la discesa seguendo a questo punto il tracciato n. 203b per raggiungere Otro. Prima fra tutte la frazioni si incontra l’alpeggio di Pianmisura dove la segnaletica da seguire diventa n.203; poi la Frazione Weng, i cui tetti delle case si intravedono al di sotto del percorso; Scarpia, Dorf e Follu dove si trova la Chiesetta della Madonna delle Nevi. Ormai prossimi alla via del rientro, da Follu si ammirano anche le frazioni di Ciucche e Feglierec; da qui si rientra ad Alagna. passando da Fum Decco (30 min)

Approfondisci

Il passo Foric a 2.432 m, prende il nome dall’omonimo ruscello che discende verso gli alpi di Pianmisura (Piccola e Grande). Dal passo Foric si gode una splendida vista sulla Val d’Olen, sul massiccio del Monterosa e su parte della Valle d’Otro. Poco distante, circa 15 min, troviamo un altipiano con l’alpe Zube a 2515 m e proseguendo, alzandoci ancora un po’ di quota, si raggiunge il Passo Zube  a 2874 m  che permette il passaggio verso la valle di Gressoney e offre un maestoso panorama sulle alpi valdostane.