5 idee per il tuo trekking d’autunno ad Alagna

L’arrivo dell’autunno in Valsesia è accompagnato da fiere, sagre e manifestazioni [link all’articolo già pubblicato], ma anche da una gran voglia di uscire e godersi le ultime giornate di tiepido sole lontano dalla musica e dalla vita di paese. Di occasioni per passeggiare o cimentarsi in veri e propri trekking di uno o più giorni ce ne sono a volontà. Non occorre essere esperti: basta munirsi di un paio di scarponi, indossare abbigliamento comodo e tuffarsi in uno dei tanti “itinerari facili” della sezione Trekking e passeggiate . Per chi invece preferisce camminate più impegnativa, consigliamo di affidarsi a una delle guide abilitate segnalate in questa pagina . In entrambi i casi avrete solo l’imbarazzo della scelta: per facilitarvi nel compito, vi proponiamo 5 idee valide per trekking d’autunno nei mesi di ottobre e novembre. Pronti?

1) I LAGHI TAILLI, LUOGO MISTICO DELLA VAL D’OTRO

Un trekking non adatto ai bambini ma di sicuro fascino quello che porta ai Laghi Tailli , luogo tra i più mistici di tutta la Val d’Otro. Il tempo di percorrenza, 3 ore e 30 circa, è quello che occorre per salire dai 1200 metri del punto di partenza ai 2775 dell’arrivo. Ad accogliere l’escursionista un paesaggio di prati, rocce, piccoli anfratti, morbide vallette e ovviamente loro, gli incantevoli laghi scavati nella viva roccia.

2) IL SENTIERO DELL’ARTE CAMPERTOGNO-ARGNACCA-CANGELLO

Incentrato sull’arte, il sentiero di campertogno-argnacca-cagnello  attraversa secoli di testimonianze pittoriche, storiche e architettoniche delle nostre valli. Dal cinquecentesco oratorio di San Marco alla cappella della Scarpia, dalla Chiesa della Madonna del Callone all’oratorio di San Bernardo… un percorso per chi ama l’arte, da gustare a cielo aperto allietati dal panorama autunnale circostante.

3) LA RISERVA NATURALE DEL SACRO MONTE DI VARALLO

Varallo e il Sacro Monte  sono mete imperdibili per chi visita Alagna e la Valsesia. In questo angolo di Alpi, eletto a Riserva Naturale Speciale, sono conservate numerose vestigia del passato, in primo luogo la Chiesa di Santa Maria delle Grazie con la celeberrima parete gaudenziana. Non bisogna dimenticare che il Sacro Monte di Varallo rimane la più antica delle “nuove Gerusalemme”, riproduzioni dei luoghi santi della Palestina e delle scene della vita di Cristo diffuse negli anni della contro riforma.

4) IL SENTIERO GLACIOLOGICO ALLE PENDICI DEL MONTE ROSA

Altra valida idea per trekking d’autunno è il sentiero glaciologico  alle pendici del Monte Rosa, un percorso che si sviluppa fra i 1450 metri circa della cascata dell’Acqua Bianca ai 2070 dell’alpe Fun d’Ekku. La gita è alla portata di tutti e consente di osservare da una posizione privilegiata i sovrastati ghiacciai del versante meridionale del Monte Rosa.

5) LA VIA REGIA DELLA VAL VOGNA

E per finire… un piccolo trekking lungo la via percorsa nei secoli da eremiti, comunità, colonizzatori e avventurieri in cammino per raggiungere, attraverso le Alpi, le valli del versante francese. La via regia della Val Vogna  è un percorso ad anello costellato da frazioni ricche di architettura Walser, immersi in un ambiente perfettamente conservato, dove uomo e natura convivono in pace da secoli.
[button type=”medium” color=”pink” link=”http://www.alagna.it/en/contact-en/” icon=”” ]Pronto per partire? Crea in pochi clic la tua settimana bianca in Valsesia![/button] [divider]