Benvenuta Primavera. Offerte per le ultime settimane bianche 2016

Ebbene si anche l’inverno 2016 è andato. Gli impianti di Alagna chiuderanno il 10 aprile, e poi nei week end fino al 1 maggio ma le piste e sono ancora ottime e lo sci fuoripista e lo sci alpinismo la fanno da padroni! neve primaverile, rifugi aperti, giornate fredde ma piene di sole, quasi che questa stagione iniziata tardi non abbia voglia di finire.

Le nostre proposte per l’ultima settimana bianca 2016

 

2 casa smitt Mirtillo_Rosso3 IMG_8749
Appartamenti Casa Smitt
settimana dal 3 al 10 aprile 550 € comprensivi di consumi, pulizie finali e posto auto -appartamento 5 posti con due camere, soggiorno, cucina e un grandissimo balcone.
Weekend lungo Aprile da venerdì a domenica 180  €.
Mirtillo Rosso  Family hotel
dal 29 marzo propone i prezzi più scontati della stagione!
2/4 notti per 2 adulti + 1 bambino da 61 € a persona
7 notti da 48 € a persona con colazione e ingresso al Centro Benessere
Tre Alberi Liberi B&B
dal 3 al 10 aprile propone camera doppia al prezzo scontato di 665 € a settimana, con late check out, sauna, wifi e colazioni biologiche incluse ne prezzo!
Weekend lunghi venerdi-lunedi o giovedi-domenica da 260 €.

 

Ma quando gli impianti del Monterosa Ski chiudono ad  Alagna che si fa?

5 esperienze da non perdere nei week end fuori stagione per conoscere Alagna davvero

  • visita al museo Walser. Nella bellissima frazione Pedemonte la visita al museo walser è un must! Lorena, la custode, vi accompagna in un percorso a ritroso negli anni
  • passeggiata tra le frazioni alte di Alagna: ovvero dove vivono gli alagnesi. Alagna non è il centro che tutti conosciamo, le famiglie di Alagna vivono fuori dal centro dove le case sono quasi tutte affittate ai turisti; bastano pochi passi per conoscere un paese sconosciuto ai più ma vivo e genuino
  • cena dal Silvino  al rifugio valle Vogna. Qui si mangia davvero a km 0 con i prodotti dell’azienda agricola di famiglia
  • gita con pranzo al rifugio Pastore. Si raggiunge con una passeggiata di circa mezz’ora, ma ne vale davvero la pena: la vista è spettacolare e il menù è da gourmet

Spunti curiosì
perché casa Smitt si chiama così?

Pietro Smitt
Pietro Smitt

Casa Smitt è stata costruita nel 1870 e da principio venne chiama villa dei Fiori. Aveva solo 3 grandi appartamenti che venivano affittati all’entourage dei ricchi viaggiatori che affollavano gli alberghi di Alagna ai primi del 900. Dopo la prima guerra mondiale fu acquistata da Pietro Smitt, artigliere di Alagna che fece fortuna in Francia facendo il decoratore. In suo ricordo, il nome. Oggi è gestita da Anna che vuole trasformarla in una vera e propria mecca per famiglie, perché le piacciono le case piene di bambini. Gli appartamenti a casa Smitt hanno tutti due camere per garantire sonni di pace a genitori e figli, soggiorno per stare insieme e cucina per dare spazio ai cuochi che si sa, ai fornelli sono irritabili.

 

Perchè Tre Alberi Liberi? IMG_0865
Anche Tre Alberi liberi è locato in una villa inizialmente costruita per ospitare le abbienti famiglie che erano solite passare la villeggiatura in montagna, con la servitù al seguito. Lo spirito antico della casa è stato mantenuto anche dopo la recente ristrutturazione, ma il nome rispecchia la filosofia dei proprietari: tre è il numero ricorrente e fortunato della famiglia; l’albero è l’essenza del loro pensiero: simbolo di sostenibilità e di equilibrio, radici salde al suolo e chioma al vento. Gli alberi, poi, sono liberi, poichè già nel 1400 la Valsesia proclamava la sua libertà dal Duca di Milano e tuttora i Valsesiani amano la propria libertà (relativa, ahimè) sopra ogni cosa!

E Mirtillo chi è?

mirtillo

Mirtillo è la renna di Babbo Natale, quella col naso rosso, che, da quando Stefano ha deciso di costruirle una casa degna della sua nobile origine ( 60 camere family, una SPA con 2 piscine interne/esterne, ristorante a buffet e miniclub) pare abbia deciso di animare le giornate delle famiglie in vacanza sul Monte Rosa.